marimo logo.png

Grazie per aver scelto questo Marimo!

Di seguito troverai informazioni e curiosità sulla tua piccola alga!

 

mar2.jpeg

Cos’è un Marimo?

Il Marimo è un'alga verde tondeggiante, Aegagropila linnaei, appartenente alla famiglia delle Cladophoraceae. Si trova solamente in alcuni laghi del Giappone, dell’Estonia, dell’Islanda e della Siberia.

Chiamata in giapponese Marimo (毬藻 - Mari-Mo, ossia “Mari” pallina e “Mo” indica generalmente le piante d'acqua) è conosciuta anche come Cladofora.

Terraviva Design ambienta il Marimo nel mare, arricchendo lo scenario con Gorgonie delle isole Molucche provenienti da coltivazioni sostenibili, pietre dai colori vivaci e singolari conchiglie. La gestione è semplicissima, l’effetto scenografico molto suggestivo.

La leggenda

La storia legata all’alga Marimo giunge dal Giappone.

Si racconta che moltissimo tempo fa una coppia di innamorati, il cui amore era ostacolato dalle rispettive famiglie, si rifugiarono sulle rive del Lago Akan, luogo in Giappone dove nascono queste alghe. Qui, per sfuggire al destino che li voleva separati, decisero di trasformare i loro cuori in Marimo, per poter vivere insieme per l’eternità.  Questa leggenda è molto sentita tra la popolazione, tanto che vicino al Lago Akan, oggi parco nazionale, esiste un museo dedicato proprio ad essa e ogni anno si celebra la Festa del ritorno del Marimo. Oggi questa buffa alga è un Tesoro Nazionale Giapponese.

Simbolo di amore quando viene scambiata tra innamorati, per tradizione viene passata di generazione in generazione, dato che in natura può vivere anche 200 anni.

Cura

La gestione del Marimo è molto semplice, può infatti essere mantenuto in un contenitore trasparente pieno d’acqua di rubinetto. Basterà posizionarlo in una zona luminosa, ma senza sole diretto, cambiando l’acqua del barattolo circa una volta al mese. Al cambio d’acqua, estrai il tuo Marimo e sciacqua strizzandolo delicatamente tra le mani. Sempre con le mani, con dolci movimenti circolari puoi  "appallottolarlo" per mantenere la sua originaria forma sferica ottenuta dal moto naturale delle correnti lacustri.

Pulizia periodica del vaso

Può presentarsi la necessità di lavare il vaso per eliminare residui di alghe che gradualmente potranno popolare vetri e sabbie del Marimo. Estrai l’alga assieme alla gorgonia (nelle versioni da 2 litri, estrai anche le pietre più pesanti con l’aiuto di una pinza lunga). Vuota di 3⁄4 il boccale dall’acqua: mentre versi, lo speciale design della bottiglia permette di trattenere i materiali decorativi sulla spalla. Tappa il vaso e shakera con vigore: l’attrito generato dallo sfregamento delle sabbie, gratterà via residui di alghe dal vetro del boccale e dalle conchiglie ripristinando il colore originale del fondale.

Elimina il liquido residuo e sciacqua abbondantemente con acqua fredda.

Sei pronto per riposizionare il corallo e la tua alga Marimo!

 

Curiosità

Quando le condizioni del Marimo sono ottimali e l’illuminazione e ossigenazione favorevoli, la fotosintesi sviluppata dall’alga creerà piccole bollicine di ossigeno, che restando intrappolate nella sua peluria la faranno galleggiare e “danzare” per noi. Un vero spettacolo.

Regalare un’alga Marimo, conosciuta anche come l’alga della danza, è simbolo di amore, affetto profondo, stima e rispetto, ed è anche considerato un ottimo portafortuna!

mar1.jpg
Terraviva Design

Il Giardino entra nella tua Casa